i sette anni in croce di Patrizia Scipione

Loading the player...

L’asilo nido “Il Covo dei birichini” è gestito a regola d’arte da Patrizia Scipione

Ascolta l’intervista all’avv. Vando Scheggia e a Patrizia Scipione

E’ durato sette anni il calvario che ha dovuto subire la recanatese Patrizia Scipione, 58enne, insieme alla figlia ma oggi finalmente ha messo la parola fine. Infatti il gip Antonella Marrone alla fine dell’anno scorso, su richiesta della stessa Procura, ha archiviato il procedimento aperto nei confronti della Scipione con accuse pesantissime: maltrattamento di minori e sequestro di persona. 

La Scipione, infatti, insieme alla figlia gestisce l’asilo nido “Il covo dei birichini”, che aveva sedi oltre che nella città leopardiana, anche a Castelfidardo e Osimo. E nel 2011 è finita sotto inchiesta (proprio insieme alla figlia) con un fascicolo aperto dalla procura di Ancona sulla base delle accuse rivoltole da un’ex dipendente supportata dalle testimonianze di altre due. Telecamere nell’asilo, appostamenti fuori, telefoni sotto controllo, blitz dei Nas, dell’Asur, dei Servizi sociali del Comune: per due anni e mezzo il servizio e il personale è stato controllato quotidianamente senza però riscontrare nessun atteggiamento violento nei confronti dei bambini.

(Visited 41 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *