Nessun sindacalista questa mattina a Recanati alla cerimonia in ricordo di Giacomo Brodolini.

Loading the player...

Recanati non dimentica un suo grande figlio, Giacomo Brodolini, ex ministro del lavoro e soprattutto padre dello statuto dei lavoratori. Questa mattina al cimitero cittadino, dove è sepolto nella sua tomba di famiglia, amministratori locali, parenti e rappresentanti del partito socialista si sono ritrovati per deporre un mazzo di fiori e ricordarlo.

“Dalla sua fede e dal suo credo profondo a difesa dei lavoratori si deve partire per ricreare una società più umana e attenta ai diritti dei lavoratori” ha affermato Ivo Costamagna, responsabile nazionale cultura del Partito Socialista Italiano.

Il sindaco Antonio Bravi ha detto che il ricordo del recanatese Brodolini “non deve esaurirsi in una cerimonia, pur significativa, come quella della visita alla sua tomba nell’anniversario della sua morte (11 luglio 1969), ma deve essere lo stimolo per altre iniziative come quella che si svolgerà fra una settimana in piazza Leopardi”.

Alla cerimonia sono intervenuti parenti dell’ex ministro, Luciano Vita, Presidente Coordinamento Regionale Marche Socialismo XXI e Giuseppe Iacopini.

Stridente la mancanza di bandiere dei sindacati, soprattutto quella della Cgil, della quale Brodolini fu per diversi anni vice segretario.  

(Visited 7 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.